Vigna Chiusa (Liguria di Levante IGT) – Santa Caterina

21,00

Produttore: Santa Caterina Sarzana
Regione: Liguria
Uve: Canaiolo, Sangiovese, Ciliegiolo
Gradazione: 13%
Formato: 0,75 l
Descrizione: Chiamano Merla, in Lunigiana, l’uva Canaiolo. In particolare è diffusa nel Comune di Sarzana e in quello di Fosdinovo. Per questo vino viene vinificata assieme al Sangiovese e al Ciliegiolo. Le uve diraspate confluiscono in tini di acciaio aperti. Dopo l’avvio fermentativo spontaneo si procede con follature e rimontaggi. Come in ogni fermentazione in presenza di bucce, la svinatura viene decisa in base alle caratteristiche dell’annata. Prima di Natale il vino viene travasato in parte in vecchi tonneaux da 350 litri e in parte in acciaio, dove rimane per circa un anno. L’imbottigliamento in genere dopo circa un anno e mezzo dalla vendemmia.
In due parole: 
una decisa pennellata sul palato

Disponibile

Descrizione

Due parole in più su Vigna Chiusa di Santa Catarina

Vigna Chiusa viene prodotto con uve diraspate che confluiscono in tini di acciaio aperti. Come sempre, in tutti i vini naturali, la fermentazione parte spontaneamente. Successivamente si procede con follature e rimontaggi e, infine, con la svinatura che viene, però, decisa in base alle caratteristiche dell’annata. In ogni caso prima di Natale il vino viene in parte travasato in vecchi tonneaux e in parte in acciaio. Qui sosta e riposa per un anno circa. Passa dunque circa un anno e mezza tra la vendemmia e l’imbottigliamento

L’uva Canaiolo con cui è prodotto Vigna Chiusa di Santa Caterina viene chiamato in Lunigiana “Merla”, un uva acclimatata ormai da molto tempo ed è diffusa particolarmente a Sarzana e Fosdinovo. Per questo vino Andrea Kihlgren la vinifica insieme al Sangiovese e al Ciliegiolo. A volte viene fatta appassire in cassette, in questo caso in purezza. È un’uva che contribuisce in modo decisivo nell’uvaggio rosso.

E’ negli anni ’80 che Andrea Kihlgren inizia a lavorare la terra e a coltivare le vigne in Lunigiana. Fino ad allora i poderi erano condotti a mezzadria. Andrea dovette cercare una nuova impostazione agricola ai poderi fino ad allora condotti a mezzadria, ciascuno costituito da una vigna, quasi sempre da un uliveto e da campi per i seminativi e l’orto. L’intento era quello di scegliere con più cura le vocazioni delle diverse giaciture per la vigna, per l’olivo e per i campi da semina. Il risultato di questo lavoro è l’attuale consistenza di 6 ettari e mezzo di vigneto e di poco meno di un ettaro di uliveto.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Produttori

Santa Caterina

Regioni

Liguria

Vini

Rossi

Menu