Sbaraglio – Carussin

16,90 

Produttore: Carussin
Regione: Piemonte
Uve: Dolcetto, uve rosse autoctone
Gradazione: 14,5%
Formato: 0,75 l
Descrizione: Il nome Sbaraglio gioca sul significato dell’effetto sospresa che produce in chi lo beve e allo stesso tempo sull’assonanza con “raglio”, il verso dell’asino, animale cui Buna Ferro è molto legata. Sbaraglio viene vinificato in vasca in fibra di vetro con una macerazione di 20 giorni sulle bucce.
Curiosità: L’acquisto di questo vino contribuisce al progetto di proteggere il polmone dell’ecosistema mondiale: la foresta amazzonica. Il 27 agosto 2015, infatti, è stato stipulato un accordo di gemellaggio tra la foresta di Otonga (Ecuador) nella persona del coordinatore delle Riserva Otonga Giovanni Onore, ed il bosco situato a Roccaverano (alta langa astigiana) di Bruna Ferro (Carussin). L’obiettivo del gemellaggio sono la salvaguardia e la tutela dei boschi menzionati e l’approvvgionamento di fondi da parte di Carussin per nuove acquisizioni territoriali della Foudacion Otonga.
In due parole: buono e solidale

Esaurito

Avvisami quando un articolo è di nuovo disponibile.

Categorie: , Tag: , ,

Descrizione

Due parole in più su Sbaraglio di Carussin

Sbaraglio di Carussin è un rosso che nasce con l’idea di un vino d’altri tempi. E’ infatti un vino di pronta ed immediata bevibilità, pensato per il consumo quotidiano e allietare e addolcire la fatica dopo dopo una giornata trascorsa nei campi. bere un sorso di Sbaraglio significa bere un sorso di passato, quando il rapporto tra il viticoltore e la natura era diretto, schietto e soprattutto armonico. Il recupero di una simile rapporto tra uomo e natura e alla base della filosofia produttiva di Bruna e suo marito Luigi.

Il Dolcetto con cui viene fatto il vino ha oltre quarant’anni di età ed è a conduzione biologica. Anche se, a dire il vero, i vini Carussin non riportano in etichetta la dicitura “Bio”. E’ una scelta voluta. Del resto i vini di questa cantina sono qualcosa di più. Il rispetto della natura e dei suoi ritmi in tutte le fasi della produzione è pressoché un mantra. Siamo, dunque, nell’ambito della biodinamica. Gli interventi esterni, sia in vigna che in cantina sono limitati, al massimo e quando sono presenti hanno sempre un’origine naturale. Tutto è portato avanti nel rispetto di quella tradizione che arriva da lontano (Carussin è alla quarta generazione di viticoltori) quando la chimica non era contemplata e contemplabile.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Produttori

Carussin

Regioni

Piemonte

Vini

Rossi

Menu