Renosu Rosso – Tenute Dettori

13,50

Produttore: Tenute Dettori
Regione: Sardegna
Uve: cannonau, monica, pascale
Gradazione: 13%
Formato: 0,75 l
Descrizione: Il Renosu Rosso di Tenute Dettori si fregia del “bollino” Triple A (Agricoltori, Artigiani, Artisti). E’ un vino rosso immediato e diretto ma da cui emerge tutta la complessità delle essenze della macchia mediterranea sarda. Delicatamente amabile, appena fresco scivola in gola con la promessa di un ulteriore sorso. Diraspapigiatura, fermentazione in tini di cemento e macerazione sulle bucce di 3-10 giorni. Affinamento negli stessi contenitori da due o tre mesi fino a due o tre anni.
In due parole: una contagiosa allegria

Questo vino è una Tripla A. Per conoscere meglio cosa siano le Triple A leggi qui.

Disponibile

Descrizione

Due parole in più sul Renosu Rosso

Il vino Renosu Rosso di Dettori è un vino rosso naturale prodotto secondo i dettami della biodinamica. Come anche il bianco di Dettori, il rosso racconta qualcosa del territorio da cui nasce. Parliamo della zona di Badde Nigolosu di cui questo vino interpreta particolari sfaccettature. Bianco e rosso sono davvero, in questo caso, due facce della stessa medaglia. Quasi come se l’uno senza l’altro non potrebbero esistere. Il giorno e la notte che si alternano, sfiorandosi ma senza toccarsi mai veramente.

Il Renosu Rosso nasce da viti centenarie allevate con metodo cosiddetto ad alberello. Sono situate a circa 300 metri sul livello del mare e nascono da un suolo prevalentemente calcareo. Dopo la diraspatura a mano il mosto viene messo in vasche di cemento dove fermenta spontaneamente grazie alla presenza dei soli lieviti indigeni presenti sia sulle bucce dell’uva sia negli ambienti della cantina. La macerazione dura dai 3 ai 10 giorni.

Il Renosu Rosso di Dettori non viene prodotto con l’intenzione di fare “un grande vino”. Ma nonostante sia proprio la cantina Dettori a spiegare che le uve utilizzate non sono quelle ritenute “classiche” del territorio, ne esce un vino sorprendente, unico. Come unico è il suo fratello bianco. Due capolavori del vignaiolo Alessandro Dettori.

L’abbiamo bevuto!

Il colore è di un semplice ma onesto rosso rubino.

Al naso si sente la Sardegna, con i suoi sentori di macchia mediterranea, tra spezie (a tratti anche l’origano), la prugna, la nocciola e la liquirizia. Ma è la nota di mirto a caratterizzarne il bouquet.

In bocca il vino rivive con morbidezza e sostanza, animando il palato e avvolgendolo con scorrevolezza, lasciando nel finale e nel pre-finale la sua leggera impronta minerale.
Temperatura di servizio di 16°-18°.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Produttori

Dettori

Regioni

Sardegna

Vini

Rossi

Menu